Studio Medico Dr. Renato Ariano

Specialista in allergologia e pneumologia

Bordighera - Sanremo - Imperia

+39 0184 263237

test diagnostici allergie insetti sanremo imperia

Allergie: Sintomi e Rimedi

Con il termine allergia è definita la risposta immediata del nostro organismo ad una particolare sostanza detta allergene. L’allergia è scatenata dalla presenza nel sangue di speciali anticorpi, se questi anticorpi entrano in contatto con gli allergeni, possono provocare manifestazioni e reazioni fisiche immediate e violente.

Scopri se soffri di una allergia

Il nostro studio medico assicura metodiche di indagine diagnostica aggiornate e propone ai suoi pazienti strategie e terapie per la prevenzione e la cura delle allergie, siano esse:

  • allergie da pollini
  • allergie da acari della polvere
  • allergie da farmaci
  • allergie al Nickel
  • allergie da contatto
  • allergie da insetti

Spesso i sintomi di una allergia, soprattutto se blandi, possono non venire immediatamente ricollegati ad una allergia comportando cure sbagliate o inefficaci o un prolungamento del tempo di guarigione.

Sintomi comuni come ad esempio: pelle secca; prurito cutaneo; orticaria; eruzione cutanea; naso chiuso; respiro soltanto dalla bocca; prurito al naso; prurito alla gola, bocca o labbra; prurito e arrossamento oculare; palpebre gonfie; naso che cola; starnuti; gonfiore di bocca o alle vie respiratorie possono essere tutti ottimi indizi per indicare l’esistenza di una allergia. E’ quindi opportuno, nell’interesse del paziente, individuare questi fenomeni per poter individuare le più efficaci strategie.

Per l’individuare le allergie da pollini si sono dimostrati di grande efficacia i test personalizzati per via cutanea (utilizzando i prodotti naturali sospettati di provocare i fenomeni allergici), ma vi sono anche quelli meno invasivi come i test nasali e congiuntivali che risultano essere più adatti per bambini dai due anni in su.

Eseguire test diagnostici per individuare allergie nei bambini più piccoli permette di poter definire veramente in maniera mirata una cura a quei disagi che spesso i genitori possono avere difficoltà ad individuare. Se vostro figlio lamenta sintomi come quelli elencati sopra può essere opportuno effettuare screening allergologici come il prick test, i patch test o test diagnostici nasali.

Come curare l’allergia

Per chi soffri di sindromi allergiche le priorità sono semplici: cercare di limitare i fenomeni fino a neutralizzarli, quando questo è possibile, e cercare di attuare tutte le strategie per limitarne la ricomparsa ponendo fine ai disagi. Per questo motivo è importante, oltre alle terapie specifiche che si andranno a somministrare, attuare tutta una serie di provvedimenti preventivi che è utile conoscere per limitare l’acutizzarsi dei fenomeni.

Presso il nostro Studio Medico è possibile effettuare un’indagine accurata sul tipo di allergia attraverso test diagnostici mirati in modo da identificare in maniera precisa il miglior percorso terapeutico.

Nuovi possibili alleati contro alcuni tipi di allergie – vitamina D

Nuovi e recenti studi indicano l’importanza della vitamina D nella patogenesi dell’asma e delle malattie allergiche. Bassi livelli di vitamina D sono collegati ad allergia alimentare, eczemi e un maggior rischio di sviluppare asma nei bambini, il ruolo della vitamina D entra prepotentemente nel novero delle cause ipotizzate responsabili dell’aumento della patologia allergica in tutto il mondo.

Viene sottolineato infatti che la vitamina D possiede importanti proprietà immunostimolanti. Essa è presente in modeste quantità negli alimenti e la sua forma attiva è indotta soprattutto dai raggi ultravioletti UVB che sono necessari per la sintesi della vitamina D con la cute. E’ chiaro che gli UVB non sono disponibili né sempre né dappertutto: mancano d’inverno, specie nei Paesi de Nord, dando spesso luogo ad una netta ipovitaminosi che è particolarmente dannosa nella donna incinta e più tardi al suo rampollo.

Il bambino che nasce presentando bassi livelli di vitamina D presenta spesso alterazioni ossee durante i primi anni. Inoltre l’ipovitaminosi D favorisce anche il diabete di tipo I e sclerosi multipla ed altre patologie allergiche tra le quali la dermatite atopica e l’allergia ai cibi (Thacher TD, Clarke BL, Mayo Clin proc, 2011; 86:50-60).

In definitiva il crescere di segnalazioni sul ruolo della vitamina D e le malattie allergiche suggerisce agli specialisti del settore di monitorare e porre maggiore attenzione all’impiego di codesta vitamina come supplemento nelle terapie dei loro pazienti allergici.